LA MEDIAZIONE FAMILIARE

La mediazione familiare è un percorso strutturato che si rivolge alle coppie, coniugate o di fatto, prima, durante o dopo la separazione o il divorzio. E’ uno spazio di confronto dove, con l’aiuto di un mediatore specializzato, si lavora sulla trasformazione familiare per favorire la riorganizzazione delle relazioni familiari con l’obiettivo di definire degli accordi condivisi da entrambe le parti che garantiscano il benessere dei figli.

La Mediazione Sistemica si propone di valorizzare gli aspetti positivi e costruttivi di questi momenti di transizione, utilizzando tecniche che sollecitino il dialogo e la co-costruzione degli accordi tra le parti e ampliando il campo di osservazione a tutti i sistemi coinvolti nella dinamica del conflitto, sollecitando quindi la sinergia operativa delle diverse figure coinvolte nel sistema.

I Mediatori Familiari sono degli esperti nella gestione dei conflitti familiari che agiscono per facilitare la comunicazione ed aiutano i genitori a collaborare ed a trovare soluzioni realistiche, esercitando una comune responsabilità genitoriale (co-genitorialità). Svolgono il loro ruolo in modo imparziale, in autonomia dall’ambito giudiziario e nella garanzia del segreto professionale.

I temi che più frequentemente si discutono in mediazione sono: la ripresa della comunicazione genitoriale; la condivisione della genitorialità; il collocamento dei figli; la divisione del tempo tra madre e padre; la riorganizzazione della vita quotidiana; la continuità delle relazioni con le famiglie d’origine e quindi la regolazione dei tempi e dei modi di frequentazione con i figli; le scelte educative; la comunicazione della separazione ai figli, alle famiglie d’origine, ed alle altre persone significative; la relazione con gli eventuali nuovi compagni dei genitori.

Altri interventi possono rivolgersi anche alle famiglie ricostituite, cioè ai due ex partner e ai rispettivi nuovi compagni, o al singolo genitore:

– Il percorso di consulenza-mediazione dei conflitti familiari ha l’obiettivo di gestire conflitti che possono verificarsi tra i componenti della famiglia nucleare, allargata (nonni, zii e figure di accudimento dei bambini) e ricostituita (nuovi partner o nuove coppie). Uno spazio di riflessione sugli adattamenti necessari per mantenere buoni rapporti con i membri della famiglia separata, per analizzare i ruoli e i confini relazionali.

– Il sostegno al singolo genitore in separazione è un percorso rivolto ad un genitore nel caso in cui l’altro non possa o non voglia intraprendere la Mediazione. La professione del Mediatore è stata riconosciuta a seguito della promulgazione della Legge n. 4 del 14 gennaio 2013, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 22 del 26-1-2013.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now